non è giusto

Ieri sera arrivo a casa di corsa, ho poco tempo, sono in ritardo e ho tante cose da fare prima di uscire con gli amici per cena. Metto via la spesa, do da mangiare alle pesti, passo l’aspirapolvere, mi faccio la doccia e mi preparo in fretta e furia. Esco e chiudendo la porta trovo un post-it della mia vicina appiccicato alla porta. Avrà suonato al campanello e non ho sentito come al solito perchè il citofono ha un volume bassissimo. Lo leggo mentre scendo le scale di corsa e mentre lo leggo rallento fino a fermarmi.

“Ciao stasera siamo a casa di E. per mangiare qualcosa in memoria di A. Se ti va passa.”

“in memoria di”

Non capisco. Sono ferma davanti alla porta di E. suono il campanello col post-it in mano. Lui mi apre con gli occhi rossi. Lo guardo, guardo suo figlio che fa i compiti sul divano, lo guardo ancora.”Cosa è successo?” Non parla. Gli mostro il foglietto giallo. “Cosa è successo?” “Non hai saputo…” “No, non so niente!” “Non c’è più, un incidente ieri…” Mi fa entrare, mi mette sotto il naso il giornale con la foto di quello che rimane della panda rossa con i cerchioni neri. Non si vede più la panda rossa, non si vedono più i cerchioni neri che a lei non piacevano e sui quali avevamo scherzato tempo prima. No. Non può essere. Resto così, come se mi avessero preso a schiaffi senza motivo. Non sento niente. Non voglio sentire niente così è come se non fosse vero.

Questa mattina l’unico pensiero che mi gira in loop nella testa è questo.

Non è giusto.

Non è giusto morire così a 31 anni.

Ho negli occhi il suo sorriso dolce che non c’è più.

Annunci

16 thoughts on “non è giusto

    • scelta a random…un modo azzeccato per dire il caso…
      condivido a pieno con te e la cosa più frustrante è che non ci si può arrabbiare con nessuno!
      nessuno da guardare sul muso e dirgli: ma cosa hai fatto????
      un abbraccio e grazie di cuore

      Mi piace

  1. No, ai nostri occhi non c’è giustificazione per fatti del genere. Ma la vita non si pone certe questioni, lei semplicemente accade, incurante dei vantaggi che provoca a certe creature così come dei dolori che provoca ad altre. L’unica riflessione che si può trarre a mio parere riguarda l’unicità di ognuno di noi, di quanto preziosi e impermanenti siamo. E quanto sia speciale ogni momento che abbiamo occasione di vivere. Certo tutto questo è poca cosa di fronte al dolore di una perdita, ma per quello l’unica cosa che posso fare è lasciarti un abbraccio, di tutto cuore.

    Mi piace

    • Possediamo solo il nostro presente, tutto il resto è già passato o è un’incoglita che può durare fino a cent’anni o altri cento minuti…
      La vita è effimera come quei laghi particolari d’alta montagna, belli da far battere forte il cuore e con il tempo centellinato.
      Grazie di questo tuo abbraccio che ricambio di cuore anch’io…

      Mi piace

    • di fronte alla morte mi sento ancora più viva
      più determinata a celebrarla in ogni momento con il cuore pieno di sole
      perchè le presone che ci lasciano non vorrebbero mai vederci tristi e persi
      io non lo vorrei mai…
      un abbraccio grande a te

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...