365 qualcosa e biscotti al cioccolato

E’ passato un anno più o meno. Anzi volato. Ricordo come ero un anno fa, vedo come sono adesso e mi vengono i brividi. Brividi buoni intendo. Ogni rugginoso passo fatto in una direzione ben precisa si è trasformato in un qualcosa, poi tutti questi qualcosa diventeranno un risultato e sono appena all’inizio. Quanti inciampi e quanti sgambetti, quanta fatica, ma eccomi qua, in ballo a ballare! Ero in frantumi quando ho ricominciato a scrivere qui, e ora…ora sono la donna che non sono mai stata. Quella che avrebbero dovuto insegnarmi ad essere i miei genitori, quella che voglio continuare a crescere con le mie forze, quella di cui vado fiera nonostante tutte le mie debolezze, per il mio non arrendermi mai. Allo stesso modo anche questo spazio si è evoluto insieme a me. In questo ultimo periodo poi mi sto domandando fino a che punto condividere la mia vita qui, se restare in una tenera penombra o lasciarmi bruciacchiare dal sole, io che ho la pelle troppo chiara, oppure continuare così, ad istinto. In realtà ho scritto di sciocchezze incommensurabili e di momenti molto intimi e profondi, senza sentirmi vincolata a niente se non al desiderio di esprimermi del momento. Forse perchè sono fatta anche così, una tavolozza di colori primari e sfumature inattese. Mi preparo al peggio mentre spero per il meglio sempre, rido di me e delle mie disgrazie, mi arrabbio per le ingiustizie, mi emoziono per l’infinitesimo, sogno con un’intensità così tangibile da generare realtà. Questo è il sentiero su per il quale sto arrancando, un sogno che sta prendento forma e caratterizza la mia vita in modo sostanziale, ma sono comunque restia a parlarne. Si dice che certe cose si fanno e non si dicono e sono assolutamente d’accordo, ma come essere me stessa se non posso esprimerle? Ci giro attorno, parlo d’altro, vorrei ma… Che faccio? Ok ci penso meglio. Intanto mi rivolgo a voi che siete stati chi più chi meno e a modo vostro miei compagni di viaggio. Prima di tutto GRAZIE DI CUORE. Mi avete fatto riflettere, crescere, imparare, commuovere, ridere e sorridere tanto. C’è stato chi non sono riuscita a capire e chi non mi ha capito. Chi è stato uno specchio, chi un muro di gomma. Chi ho ferito senza volerlo e chi mi ha fatto davvero male. Chi è arrivato ed è rimasto, chi se ne è andato sbattendo la porta, chi è semplicemente sparito, chi mi ha intimato il silenzio e chi mi ha detto ti amo. Chi ho aiutato e chi mi ha aiutato. Chi mi legge di nascosto e chi si è dimenticato di me. Chi mi vuol bene davvero, chi è curioso e basta, chi ha giocato con me, chi mi ha preso sul serio. Chi mi conosce di persona e chi mi manda il buongiorno ogni mattina pur non avendomi mai visto. Tutti voi siete nei miei pensieri ormai da tempo quando il tempo non mi basta neanche per leggervi. Di questo mi dispiaccio davvero perchè mi perdo il vostro progredire e poi devo rimettermi in pari con le vostre vite, ma non è lo stesso che seguirvi giorno per giorno. Voi che a modo vostro fate parte della mia vita. Beh io ci sono comunque, un po’ a singhiozzo, un po’ in parallelo fuori di qui e dentro un allegro mare di guai. Abbiate pazienza con me. Qui siete i benventuti, sentitevi a casa, siate voi stessi. Scusate il disordine, è patologico. Mettetevi comodi come a casa vostra, tirate pur su i piedi sul divano. Anche se ogni tanto sono via lascio la porta aperta. E poi torno presto. ^_____^

Non so voi…ma a me è venuta voglia di biscotti al cioccolato, dai che metto su il tè…

tea time

o preferite forse il caffè?

Annunci

24 thoughts on “365 qualcosa e biscotti al cioccolato

  1. ma che bello questo post!…..non ci conosciamo da tanto ma mi è subito piaciuto il tuo “non mollare mai” e la tua volontà, per il resto ognuno dedica a questo spazio i momenti liberi…..chi ha più tempo chi ne ha di meno, ma quello che conta è la sostanza…..e qui ce n’è tanta! :)

    Mi piace

    • Vada per il caffè allora e solo per te, però gli amaretti non li ho, troppo amar-etti, io sono per la dolcezza spudorata…
      E’ proprio vero quello che dici, a volte si trovano affinità e si creano legami davvero belli e particolari, forse perchè qui ci si esprime in modo diverso, più libero che altrove.
      Un sorrisone ^_____^

      Mi piace

  2. Sicuramente il thè…. al bergamotto!

    Grazie

    Due minuti e rivo….
    dammi le coordinate per il teletrasporto e “sciono subito da lei” :-)

    Ciao

    Peda

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...