quiete

Storm

sono quiete nella tempesta

http://www.youtube.com/watch?v=yrokWXe0tfI

Someone else?

When I fell from grace
I never realized
how deep the flood was around me.
A man,whose life was toil,
was like a kettle left to boil,
and the water left scars on me.

I know now who I am,
If only for a while,
I recognize the changes.
I feel like I did before the
magic wore thin
and the “baptism
of stains” began.

They used to say I was
nowhere man,
heading down
was my destiny.
But yesterday, I swear,
that was someone else not me.

Here I stand at the crossroads edge,
afraid to reach out for eternity,
One step, when I look down,
I see someone else not me.

Looking back and I see
someone else.

All my life they said I
was going down,
but I’m still standing,
stronger, proud.
And today I know there’s
so much more I can be.

From where I stand at the crossroads edge,
there’s a path leading out to sea.
And from somewhere
deep in my mind,
sirens sing out loud
songs of doubt
as only they know how.
But one glance back reminds, and I see,
someone else not me.

I keep looking back
at someone else… me?

Annunci

27 thoughts on “quiete

      • Conservi, comunque, inalterato il tuo fascino raffinato e misterioso.
        Tiè!!! beccati questa, te la dedico (se dovessi già conoscerla, pazienza.)

        Candele

        Stanno i giorni futuri innanzi a noi
        come una fila di candele accese,
        dorate, calde e vivide.
        Restano indietro i giorni del passato,
        penosa riga di candele spente:
        le più vicine danno fumo ancora,
        fredde, disfatte, e storte.
        Non le voglio vedere: m’accora il loro aspetto,
        la memoria m’accora il loro antico lume.
        E guardo avanti le candele accese.
        Non mi voglio voltare, ch’io non scorga, in un brivido,
        come s’allunga presto la tenebrosa riga,
        come crescono presto le mie candele spente.
        (Konstantinos Kavafis)

        Mi piace

        • Non la conoscevo e ti ringrazio Lupo anche se è così malinconica. Un po’ somiglia e un po’ stride col testo della canzone che ho postato. Preferisco guardarmi indietro con orgoglio e non riconoscermi più perché il tempo e le tempeste mi hanno forgiato diversa dalle mie paure. Ti abbraccio…

          Mi piace

  1. Bellissima immagine e anche la canzone! Ma l’immagine mi ha conquistato. Adoro i fari, una luce nella tempesta e nel buio, subiscono, ma non si spezzano! Anche il tuo gravatar mi attira! Ho letto che ti sei un po’ incupita in un precedente commento e mi dispiace, ma almeno la luce persiste a esserci sempre :) Un sorriso!

    Mi piace

  2. Chi vedi guardando indietro?
    Da quello che racconto sul mio blog, sai benissimo che guardo molto indietro, ma guardo anche molto avanti per non restare io indietro. E perdermi.
    Non restare indietro, guarda avanti e cammina insieme a me. Una candela sarà sufficiente per vedere dove mettere i piedi e alla fine raggiungeremo la luce del sole.
    Pablo

    Mi piace

    • Caro tu…ti cammino a fianco già da un po’ e non mi vedi solo perché son più nell’ombra, ma ci sono… Se guardo indietro vedo me, prigioniera delle mie paure, ma mai vinta e rassegnata. Vedo quella me che non sono più perché sono andata avanti, sono uscita dalla gabbia e le mie paure una alla volta le sto sconfiggendo. Lasciano il segno questo è vero, si portano via un po’ di colore, ma non posso che essere fiera e star a testa alta. Perciò la prossima volta che mi cercherai, prova a scrutare nel buio pesto, lì dove la più piccola luce è intensa come un sole. Ti sorrido e ti abbraccio Pablo…

      Mi piace

  3. “L’aspetto individuale, ciò che ci rende riconoscibili, in verità è un fatto puerile. Al di sotto, tutto è buio, deformato, insondabilmente profondo; ogni tanto riaffioriamo in superficie, e così veniamo riconosciuti.” Gita al faro di Virginia Woolf
    …e riconosciamo i nostri simili. Splendente tu!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...